Archivio | Reblog RSS feed for this section

Teatro Valle Occupato

29 Ott

Sono mesi e mesi ormai che questo posto, questa lotta, questa gente, queste idee e queste pratiche.. sono diventati la mia casa.
E in tutto questo tempo ogni giorno ho pensato di dover e voler scrivere un post che parlasse del Valle Occupato, che potesse raccontarlo, farlo arrivare a chiunque mi leggesse. Ma non ci sono mai riuscita.
Non sono stata in grado di trovare le parole per esprimere e per spiegare tutto ciò che significa.
Oggi ho letto questo, è probabilmente solo un breve schizzo del Valle, assolutamente non esaustivo, come un ritratto appena iniziato in cui si distinguono solo i contorni e un paio di dettagli. Ma emana quel calore, quella energia, quella assurda e meravigliosa sensazione che è entrare qui dentro.
E quindi ho deciso che per iniziare.. posso rendervi partecipi di questo post. Nella speranza prima o poi di riuscire a scriverne uno anche io.

Annunci

A lezione contro l’omo-transfobia

17 Mag

Il 17 Maggio del 1990 l’omosessualità fu rimossa dall’elenco delle malattie mentali nella classificazione internazionale delle malattie dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Nel 2007, l’Unione Europea ha ufficialmente stabilito questa data come Giornata Internazionale contro L’Omofobia e la Transfobia.

Il lato fucsia della forza

Il ministro della Pubblica Istruzione, Francesco Profumo, ha invitato le scuole a celebrare la Giornata Mondiale contro l’omofobia e la transfobia, attraverso una circolare ministeriale inviata a tutti gli istituti di ogni ordine e grado.

Nel documento si legge:

L’Unione Europea ha indetto per il 17 maggio di ogni anno la Giornata internazionale contro l’omofobia (risoluzione del Parlamento Europeo del 26 aprile del 2007) ossia contro ogni forma di atteggiamenti pregiudiziali basati sull’orientamento sessuale.
La giornata rispecchia i principi costitutivi sia dell’Unione Europea sia della Costituzione italiana: il rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali, l’uguaglianza fra tutti i cittadini e la non discriminazione. Sono le condizioni che consentono alla società di promuovere l’inclusione di tutti e di ciascuno e di battersi contro ogni offesa alle persone.
La scuola si cimenta ogni giorno con la costruzione di una comunità inclusiva che riconosce le diversità di ciascuno. È, infatti…

View original post 435 altre parole

Hannah Witton

20-something, history graduate, YouTuber, sex positive, Hufflepuff.

Epentesi

come my unseen, my unknown, let us talk together

Mi faccio un cocktail al giorno

Forse quella storia sull'essere più positivi l'ho presa un po' troppo alla lettera

Sexitudini

Il blog delle beatitudini

Sopravvivere non mi basta

La libertà è un esercizio quotidiano

#Centonovantaquattro

Basta un poco di zucchero e la pillola va giù

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

Unisciduemondi

Nahyeli Malingamba

il ricciocorno schiattoso

ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: